• +39 081 1849 3830
  • This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
  • lun-ven 09.30 - 17.30

Cantina Riccio

“Il buon vino è ogni volta una sinfonia di quattro movimenti, eseguita al ritmo delle stagioni. Il sole, il terreno, il clima e i vitigni modulano l’opera, mentre il vignaiolo, come solista, imprime la sua cadenza.” – cit. Philippe Margot

Tra le verdi colline dell’Irpinia ed il fascino di luoghi antichi, nel fermento di una vegetazione e di un paesaggio straordinariamente ricco di vitalità, sorge l’azienda agricola Cantina Riccio, fondata nel 2012 ad opera di Giuseppe De Marco, sulla scia di antiche tradizioni familiari e della passione del nonno Peppino. La generosità della natura e le mani di uomini appassionati ed esperti si fondono per dar vita ad un vino di altissima qualità, che si rivolge ai palati più raffinati e ai gusti più esigenti.

L’azienda è situata a Chiusano di San Domenico (AV), a cavallo degli areali delle denominazioni Fiano di Avellino DOCG e Taurasi DOCG, ad un altitudine che oscilla tra i 500 e i 700 metri sul livello del mare. Essa ha una superficie di 17 ettari, di cui 6,5 vitati ad aglianico, falanghina e fiano, contornate da ulivi, seminativi e boschi. La presenza di pendenze accentuate rende il territorio idoneo alla viticoltura e l’abbondanza di corsi d'acqua e di venti particolarmente favorevoli conferiscono ai vini prodotti nella zona caratteristiche qualitative eccellenti. Pertanto, particolare attenzione è stata rivolta alla salvaguardia delle caratteristiche dei suoli che sono a rischio di erosione, variabili per tessitura e peculiarità, fertili. Nell’ambito della gestione del territorio, vengono periodicamente eseguiti lavori di realizzazione e ripristino di canali e drenaggi per la regimentazione delle acque, a tutela delle condizioni di fertilità dei suoli aziendali, come di tutto il versante collinare, e nella gestione rientra anche la cura dei boschi di proprietà. Le aree di rispetto e le tare aziendali non destinate alla coltivazione della vite sono ricche di vegetazione autoctona (ginestre, acacie, castagni, amarene, ciliegi, more, querce, pioppi, menta, salvia ed altre piante).

La viticoltura aziendale mira a esaltare le tipicità dei differenti binomi clone-portainnesto che meglio interpretano le caratteristiche dei suoli; particolare attenzione è rivolta alla sostenibilità delle attività aziendali, attraverso l’adozione di pratiche agronomiche funzionali alla gestione dell’agrosistema, poco impattanti sull’ambiente, che garantiscono la salubrità delle uve. Dal 2012 è iniziata anche la trasformazione delle uve aziendali presso la struttura di proprietà, rimodernata ed ampliata nel 2018. L’attività enologica mira ad esaltare le tipicità in chiave moderna, col supporto di moderne attrezzature tecnologiche, per coniugare le esigenze di un mercato in evoluzione e desideroso di prodotti originali, espressione del territorio di provenienza. Il management aziendale è particolarmente sensibile e aperto ad innovazioni e aggiornamenti tecnici, per risolvere le criticità connesse alla coltivazione dei vitigni irpini.

Visita il sito di Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante


© 2022 Progetto Dioniso. All Rights Reserved.

PSR Campania 2014-2020 - Tipologia Intervento 16.1.1

enti-finanziatori-dioniso

“Sostegno per costituzione e funzionamento dei GO del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell'agricoltura” - Azione 2 “Sostegno ai POI”

Progetto realizzato con i contributi FEASR - Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: L’Europa investe nelle zone rurali